Social Networks

Share |

Ferdinando Ceriani

Regista e responsabile artistico di numerosi festival, Ceriani cresce artisticamente nella Compagnia Alla Ringhiera diFranco Molè per poi iniziare, dal 2001, un lungo sodalizio di lavoro con il M°Maurizio Scaparro che lo ha voluto con sé come regista assistente dei suoi spettacoli (Memorie di Adriano con Giorgio Albertazzi, Don Chisciotte con Pino Micol e Augusto Fornari, Pulcinella con Massimo Ranieri, Don Giovanni con Peppe Barra, Mémoires con Maria Scaccia, Il sogno dei Mille con Giuseppe Pambieri…)

Come regista  dirige, tra gli altri: 

  • Valeria Moriconi in Shakespeare amore
  • presenta alla Biennale di Venezia Dove danzano in draghi e gli dei, la cina di Tiziano e Angela Terzani (2005) con Andrea Jonasson e Franco Molè
  • sempre alla Biennale di Venezia debutta con Il sogno di G. (2006), un omaggio a Giorgio Strehler, con Giulia Lazzarini, Andrea Jonasson e la civica jazz band di Milano diretta dal M°Intra
  • per il Piccolo Teatro di Milano (2007) cura la regia dello spettacolo i 60 del Piccolo Teatro con la partecipazione di Milva, Ornella Vanoni, Valentina Cortese, Andrea Jonasson, Giulia Lazzarini
  • adatta e mette in scena I Clowns,  tratto dall’omonimo film di Federico Fellini, che debutta in Spagna, al festival internazionale di Valladolid
  • adatta e dirige Salonicco 43 con Massimo Wertmuller, che debutta a Tel Aviv, Salonicco e alla Biennale di Venezia; lo spettacolo ottiene l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana
  • per il Teatro Nazionale del Marocco, adatta e dirige, a Rabat, Appunti per il prossimo millennio, con Carla Ferraro e Antonio Pizzicato, un omaggio, cantato e recitato, a Italo Calvino. Lo spettacolo ha debuttato, in Italia, a Firenze nel marzo 2011 e poi a Roma (2012)
  • Nel 2012, dirige Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini in Questa sera si recita a soggetto di Luigi Pirandello prodotto dal Teatro Quirino, in tournée in Italia
  • Sta preparando, a Roma, per il Teatro Due, la prima assoluta di Tacchi mistidi Gloria Calderon Kellett con Corinna Lo Castro, Carla Ferraro, Silvia Siravo e Valentina Martino Ghiglia

E’ stato direttore artistico, con Paola Servillo, del festival internazionale di Settembre al Borgo di Caserta (ne curala 38ª, la 39ª e la 40ª edizione)  ed è stato responsabile artistico di tutte le ultime manifestazioni ideate da Maurizio Scaparro (tre edizioni di Voci d’Europa a Firenze, Canti di vita in tempo di peste per il Carnevale di Venezia, Les Italiens, teatro, cinema e letteratura alla Comédie des Champs Elysées di Parigi, nel 2003, in occasione della Presidenza italiana dell’UE).

E’ direttore artistico della rassegna Grottaferrata, Città del Libro (2010) e ne sta preparando la terza edizione (2012).

Nel 2008 è affianco a Maurizio Scaparro, come aiutoregista, per il film L’ultimo Pulcinella, con Massimo Ranieri, Jean Sorel e Adriana Asti e cura la trasposizione in digitale degli ultimi spettacoli di Scaparro, in collaborazione con l’Istituto Luce e Raicinema (Amerika, Don Chisciotte, Mémoires, Il Sogno dei Mille).

Nel 2009, in collaborazione con il Comune di Terni, ha fondato l’Associazione Franco Molè (presieduta dall’Avv. Nicola Molè) e mette in scena, nel 2010,  Con i più sentiti ringraziamenti di Franco Molè, con Martine Brochard e Carla Ferraro.

Nel febbraio 2012, presenta, a Terni, la prima edizione del Premio “Franco Molè – Città di Terni”.

Per il 2010/2011, è stato Responsabile artistico del progetto della Compagnia Italiana Il Teatro Italiano nel Mondo , ideato da M° Scaparro, al Teatro della Pergola di Firenze, nell’ambito delle celebrazioni dei 150 dell’Unità d’Italia.

Ha coordinato l’incontro internazionale I Giovani e i Maestri – quale futuro? preludio alle attività della Compagnia Italiana a Firenze nel 2012 a cui hanno partecipato i più importanti esponenti delle accademie teatrali italiane ed europee.

Dal 2002 è direttore del corso di teatro dell’Università Luiss Guido Carli di Roma dove allestisce 10 spettacoli,  presentati al Teatro Valle di Roma e nei giardini dell’Università, coinvolgendo, in questi anni, più di 400 studenti  (Ma non ditelo a Pirandello, Novecento a pezzi, Le sirene d’Ulisse, L’estate di Monna Lisa, On the Shakespeare’s Road, Tornan la notte ad ardere le favole, Isabella, tre caravelle e un cacciaballe, Matrioska Suite, Avanguardia Circus, Gangster, Guappi e Pupe, Varietà, prove di uno spettacolo lungo cent’anni).

Dal 2012, è coordinatore artistico delle attività internazionali del Teatro della Pergola di Firenze ed è responsabile artistico della società di eventi e comunicazioni ONNI s.r.l..